Tamaris 24600, Mocassini Donna nero nero Outlet Sast Esplora poco

B01N1RR1ZK

Tamaris 24600, Mocassini Donna nero (nero)

Tamaris 24600, Mocassini Donna nero (nero)
  • Materiale esterno: Sintetico
  • Fodera: Tessuto
  • Materiale suola: Sintetico
  • Chiusura: Senza chiusura
  • Tipo di tacco: Senza tacco
Tamaris 24600, Mocassini Donna nero (nero) Tamaris 24600, Mocassini Donna nero (nero) Tamaris 24600, Mocassini Donna nero (nero)

Il motivo? Un cast, diciamo, non proprio “fedele” : oltre a David Harbour nei panni dell’eroe - ovvero Hellboy, il diavolo buono - e a Milla Jovovich in quelli della perfida Regina di Sangue, la scorsa settimana era stata annunciata anche  Confortevole ed elegante piatto scarpe donna tacchi Primavera Estate Autunno Inverno Comfort Novità Similpelle PU Ufficio Matrimoni Carriera Party abito da sera Casual Chunky tacco Purple
. L’attore, già visto nella terza stagione di “Game of Thrones”, nella serie “The Tunnel” e in “Deadpool”, era stato scritturato dalla produzione per il ruolo del maggiore Ben Daimio, ex marine di origini nippo-americane.

E niente affatto somigliante al britannico Skrein , biondo e con gli occhi azzurri. Che, dinanzi alle polemiche divampate in Rete e avanzate in particolare dalla comunità asiatica, non se l’è sentita di andare avanti,  decidendo così di fare un passo indietro e abbandonare il cast . «E’ chiaro che la rappresentazione fedele di questo personaggio è importante per le persone e trascurare questa responsabilità significherebbe perseverare nella preoccupante tendenza di oscurare le minoranze etniche. Ritengo dunque che sia necessario onorarle e rispettarle, e per questo ho deciso di rinunciare alla parte in modo che possa essere affidata a qualcuno di appropriato», ha dichiarato Skrein sottolineando l’importanza della rappresentazione della diversità etnica e ottenendo il pieno appoggio da Larry Gordon, Lloyd Levin e Mike Richardson, produttori della pellicola, attesa per il 2018 nelle sale cinematografiche.

Taylor Swift  alla riscossa. La regina del pop è tornata, ed è più forte che mai. Non servono troppe parole per capirlo; a dirlo sono i numeri: dopo essere schizzato in vetta alla classifica di  iTunes , con milioni e milioni di visualizzazioni, “ Look what you made me do ”, il nuovo singolo, primo estratto dell'album “Reputation”, in uscita il prossimo 10 novembre 2017, ottiene nuovi numeri record, stavolta su  YouTube , dove il video ufficiale del brano ha ottenuto oltre 20 milioni di views in sole 24 ore.

La clip,  diretta da Joseph Khan e presentata agli Mtv Awards , segna la rinascita della popstar americana. Morta e risorta. Musicalmente parlando, ovviamente: “Here lies Taylor Swift's reputation” (“Qui giace la reputazione di Taylor Swift”), si legge nell’epitaffio di una tomba da cui esce in versione zombie proprio lei, pronta a buttarsi il passato alle spalle, e a riprendersi il posto che le spetta. «Non mi piacciono i vostri giochi», e anche «non mi piace il ruolo che mi fate recitare», canta la nuova Taylor, mostrandosi poi bellissima, immersa in una vasca piena zeppa di gioielli, con labbra e unghie rosso fuoco.